"Chiunque smetta di imparare è vecchio, che abbia 20 oppure 80 anni!" (Henry Ford)
gastronomy
Gastronomia

La cucina della Lombardia trae forza dalla sua terra e dagli uomini che l’hanno resa grande nei secoli. Situata al centro della Pianura Padana, la Lombardia è terra di fiumi, di laghi, di pianure e di montagne. Paesaggi e luoghi che hanno sempre determinato una grande varietà di piatti tipici e di tradizioni, con soluzioni originali. Il Risotto alla milanese è uno dei piatti più famosi, la leggenda vuole che durante i lavori di costruzione del Duomo di Milano, i pittori delle vetrate della chiesa abbiano incautamente fatto cadere dello zafferano (utilizzato come tintura per via del tipico colore giallo) in un pentolone di risotto che avrebbe dovuto sfamare tutti i lavoratori. L’errore si rivelò talmente squisito da entrare nella storia della gastronomia.

Sono conosciuti e apprezzati anche i Pizzoccheri, un tipo di tagliatella originaria della Valtellina.
Tra i secondi della cucina meneghina spiccano l'ossobuco, la cotoletta, e la cassoeula, piatto invernale cucinato con costine, verze, piedini di maiale, cotenne e salamini cotti in umido e serviti ben caldi con polenta gialla.
Tra i formaggi, la Lombardia rappresenta la culla della civiltà del formaggio vaccino. Bitto e Casera della Valtellina, la Fontina, l’Asiago, le Robiole, la Crescenza e, più importante di tutti, Gorgonzola che prende il nome dall’omonimo centro urbano.

Tra i dolci si ricorda il Panettone di Milano, famoso in tutto il mondo, preparato in occasione del Natale, spesso servito con crema a base di mascarpone. Particolare importanza rivestono i vini come Grumello, Inferno, Sassella della Valtellina. Un posto di rilievo è occupato dai vini e dagli spumanti prodotti in Franciacorta, come la Bonarda e il Barbera dell’Oltrepò Pavese.